in ,

Chi aveva bisogno di Sex education 2?

Torna il teen drama (senza drama) rivelazione del 2019

Parliamoci chiaro. Se anche Woody Allen, ormai 10 anni fa, ha fatto un film dal titolo Basta che funzioni vuol dire che per come corrono i tempi la morale “non è importante chi ami, l’importante è che ami” è già stata sdoganata da un bel po’ anche al pubblico mainstream.

Viene quindi da chiedersi se c’è ancora bisogno di prodotti di intrattenimento che raccontino la scoperta e il vivere la sessualità da parte dei più giovani, per farli sentire meno soli nel loro percorso di formazione, e che al contempo spieghino ai più grandi il loro disagio. La risposta a monte è “sì, ce ne sarà sempre”.

Perché Breakfast Club è un cult, ma è ancora attuale?

Allora non è un segreto che Netflix stia puntando su show generazionali che possano portare a casa un buon riscontro condiviso da più parti. Ma una cosa sono le intenzioni e (troppo spesso) altra è la riuscita.

Un giorno riderai di tutto questo dolore

La prima stagione di Sex Education è uscita a gennaio del 2019 e da subito è stato chiaro a tutti, pubblico e critica, che ci si trovava davanti a una serie rivelazione.

Sarebbe facile dire che Sex Education ha una marcia in più rispetto ad altre serie teen. Paradossalmente invece ha qualcosa in meno: l’angoscia.

La vita degli adolescenti sicuramente ruota attorno alle pene d’amore e la serie ne presenta fedelmente un ritratto variopinto. Ma se è vero che ogni dramma è relativo a chi se lo vive e a quando se lo vive è anche vero che con uno sguardo più distaccato è possibile sdrammatizzare a dovere questi “problemi”.

La forza di Sex education è proprio questa. Al realismo si contrappone la leggerezza, la spensieratezza e il senso di evasione. Non è solo una commedia perché, come direbbero i più, fa ridere ma anche riflettere ma non è nemmeno il classico teen drama struggente. Qualora vi fossero dubbi al riguardo basterebbe parlare di come l’educazione sessuale affrontata esplicitamente con intento quasi pedagogico sia tanto quella dei giovani quanto dei loro genitori.

Le dimensioni non contano

Va da sé quindi che in un panorama tanto affollato se hai qualcosa fresco e interessante da dire il minutaggio a disposizione è relativo.
Il prodotto funziona e dura quanto basta. Non avrebbe avuto senso tirarla per le lunghe. Probabilmente 13 episodi sarebbero stati anche troppi, specie se si considera che per un paio di episodi la trama di fondo rallenta prima del cliffangher finale.

La durata di 8 episodi si conferma la più giusta anche per questa seconda stagione in cui vengono riprese le vicende degli adolescenti vergini e imbranati, interpretati da un cast giovane e talentuoso, che si reinventano terapisti del sesso al liceo. Cercheranno di parlarne, capirne, ma soprattutto di farne. E non ci si potrebbe aspettare altrimenti, con gli ormoni a mille. Ovviamente i taboo da sfatare sono estremamente attuali quindi si parlerà di tutto, finanche della pansessualità e dell’asessualità.

Non mancheranno i momenti grotteschi con la bellissima Gillian Anderson, mamma invadente del povero Otis (interpretato da Asa Butterfield) costantemente in conflitto con sè stesso. Maeve (Emma Mackey) sembra aver superato la sua crisi d’identità adolescenziale e tornerà più sicura di sé e con un inedito look al naturale. Ci saranno volti nuovi ma sarà interessante riprendere l’evoluzione dei personaggi di Adam (Connor Swindells), il bullo della scuola, ed Eric (Ncuti Gatwa), il miglior amico di Otis. Senza dimenticare Aimee (Aimee Lou Wood), la storia cui storia forse più di tutte vi arriverà al cuore.

E se non avete dato una possibilità a questa teen comedy, correte a recuperarla.
A suon di risate lo show di Laurie Nunn parte dalle parti basse ma, è garantito, arriva al cuore.

Dove vedere Sex Education in streaming

Dove: Netflix
Come: in abbonamento
Quando: La prima stagione è disponibile su Netflix, la seconda uscirà il 17 gennaio 2020

Titans 22:15

Devi dare una possibilità a Titans 2

parasite

Parasite diventa una serie tv, HBO vince la sfida con Netflix