Bojack Horseman, sigla
La sigla di Bojack Horseman. Fonte foto: Netflix
in ,

BoJack Horseman verso la fine: e se fosse già stata svelata dall’inizio nella sigla?

L’inquietante teoria comincia a farsi strada

Non staremo qui a raccontarvi quanto BoJack Horseman sia uno dei migliori prodotti televisivi degli ultimi anni. Se non siete dotati di sufficiente buongusto sarebbe tempo sprecato, se invece ne abbondate non ne avete bisogno, sapete già tutto quello che c’è da sapere.

Il lungo addio

Non vogliamo nemmeno utilizzare questo post per piangere insieme l’imminente fine della serie che negli anni ha accresciuto la sua fanbase, come se fossimo in una comunità di recupero. Perlamordidio, smettetela di commiserarvi e stringervi a cordoglio nel lungo addio. Possibile questo show non vi abbia insegnato nulla?

Subdola e allo stesso tempo materna la squadra di Netflix, che dividendo il capitolo conclusivo in 2 tempi (il primo uscito il 25 novembre e il secondo in arrivo il 31 gennaio), da un lato prova ad indorarci la pillola, dall’altro prolunga lo strazio e trasforma il tutto in un lento stillicidio. Dopo aver mandato giù d’un fiato i primi 8 episodi della final season, la rete può quindi ingannare il sadismo distruttivo di Netflix, formulando teorie su quello che sarà la fine di Bojack.

La prima tranche

Il nostro “cavallo interrotto” riuscirà a pareggiare i conti con il suo passato? Troverà il perdono delle persone che lo hanno amato nonostante tutto? Imparerà a convivere con tutti i suoi sbagli guardando dritto negli occhi lo sconfinato ed ineluttabile oblio della condizione umana sopravvivendogli?

Le prospettive sono buone: al di là della rehab, in questa prima fase l’ex stella di una sit-com degli anni ’90 sembra essere giunta ad una cruda e disarmante consapevolezza a fronte di tutti i suoi co-protagonisti. Per una volta,infatti, Bojack sembra l’unico buono. Forse non è così, forse nessuno lo è davvero. Ed ecco che le buone prospettive si allontanano inesorabilmente: se per 4 stagioni il cavallo narcisista e alcolizzato ci ha insegnato che il peggior nemico di noi stessi siamo noi, perché questa postilla dovrebbe riguardare solo lui? “Sei tu tutte le cose che non vanno in te“, perché dovrebbe valere per Bojack e non per Diane, o Mr Peanutbutter o Todd? Nessuno si salva in questo tragico epilogo, dopo aver puntato alla pagliuzza nell’occhio allucinato e assuefatto del cavallo, sarebbe bene che qualcuno di loro provasse a scorgere la trave nel proprio.

La teoria sul finale svelato

In questi giorni ha cominciato a farsi strada tra i fan di BoJack una sinistra a teoria, secondo la quale il vero finale della storia sia stato sotto i nostri occhi per ogni singolo episodio, svelato sin da quello pilota.

La chiave di tutto, secondo i più fervidi sostenitori, sarebbe nella sigla. Ok, la riabilitazione, ok la presa di coscienza, ok le buone intenzioni, ma nell’ottica più pessimistica e cinica non è poi così impossibile che BoJack possa cedere all’ultima sbronza. Quella fatale. Pensateci bene: quante volte lo abbiamo visto precipitare ubriaco dal suo terrazzo e piombare in piscina, con Diane, Penautbutter ed elicotteri al seguito affacciarsi sul fondo?

L’agonia continua…

Al momento sono tutte congetture ovviamente. Su una cosa siamo certi: il gioellino di Raphael Bob-Waksberg ha detto tutto quello che aveva da dire, con un registro sempre fedele a se stesso, brutale e sincero. E con altrettanta sincerità, che lo accettiate o no, ci mette di fronte ad un inalienabile verità: niente è per sempre.

E anche se il suo protagonista non dovesse avere scampo, la serie in sé decide di “farla finita” con dignità, prima di sfociare nel patetico ridondante baratro della compiacenza. Intanto… l’agonia dei fan continua.

Dove vedere Bojack Horseman in streaming

Dove: Netflix
Come: in abbonamento
Quando: Le prime 5 stagioni e mezzo sono già disponibili. La seconda metà della sesta stagione sarà disponibile dal 31 gennaio 2020

Kit Harington e Emilia Clark in "Gli ultimi Stark"

Le 7 scene tagliate del finale del Trono di Spade

Watchmen S01E02 Martial Feats of Comanche Horsemanship

Watchmen Stagione 1 Episodio 2: riassunto